34b44b234c416bcff7a36a200e85ee3a.jpg Alcuni anni fa mi trovavo in campagna da un conoscente ed eravamo in molti ma quasi tutti parenti e pochi amici. Era una di quelle serate che trascorri in compagnia di un parente venuto da lontano e sin dalla mattina già la giornata aveva quel sapore che difficilmente si ottiene quando sei con i parenti, ma quella volta fu veramente speciale per più motivi. La campagna era posta lungo un pendìo in una zona interna e collinosa della sicilia centrale zona amena questa per le colture di grano e olive e uva da tavola e da vino tutto ti offre la fragranza di una terra alla fine generosa.Il sole quel giorno non si era fatto desiderare e la maggior parte di noi nei momenti di riposo alloggiavamo sotto un grande albero di gelsi cogliendo l’occasione per fare un assaggio di questo frutto quasi esotico.Stanchi di una giornata intensa fatta di grosse mangiate, passeggiate in mezzo alla terra coltivata per cui dovevi fare attenzione a dove mettevi i piedi, di foto e filmini a iosa e barzellette delle più disparate…Arriviamo alla sera o quasi, esattamente all’ora del tramonto in cui seduti con una chitarra in mano ci siamo ritrovati io e una delle mie zie acquisite che io non conoscevo poi così tanto ma che scoprii molto aperta e disponibile se non alla ricerca di un dialogo per conoscere. Eravamo seduti di fronte al sole calante che componeva attraverso la varietà dei colori uno spettacolo degno di un quadro del Leonardo,e noi si parlava e complice il sole all’orizzonte che al tramonto crea quell’atmosfera intimistica si creò un momento bellissimo di dialogo inaspettato nel quale io mi sono ritrovato a parlare di me in un modo che certo non avrei potuto prevedere e la medesima cosa è accaduta anche dall’altra parte. E’ il tramonto che ti cambia un pò e che ti fa dire e sentire cose nuove e personali, è un momento del giorno emblematico la resa dei conti della giornata e il presupposto del giorno dopo. Tutto si rilassa compresa buona parte della natura nella quale gli animali cominciano ad esempio a ritrovarsi nei nidi, nelle tane.Tempo fa ero in mare facendo pesca subacquea protraendomi sino al tramonto ed è straordinario osservare il comportamento di alcuni pesci nell’ora del tramonto lì dove a causa dello spessore dell’acqua il buio arriva prima che in superficie:trovano rifugio dietro alcune rocce al riparo dalla corrente del mare notturno freddo e buio.Anche noi siamo in qualche modo condizionati dal tramonto che è un pò come fare i conti con noi stessi e ciò che siamo, con ciò che siamo e ciò che vorremmo essere e che non riusciamo ad essere.Ti ho parlato di questo incontro non per altro se non per affermare quanto sia stato paradossale viste le condizioni eppure possibili proprio a causa di un tramonto.